Clamorosa indiscrezione rivelata dal sito “Dagospia”: secondo le fonti a disposizione del sito, nel Vaticano si starebbe ordendo una manovra ai danni di Papa Francesco per costringerlo alle dimissioni anzitempo. Dagospia non è esattamente un sito cattolico, ma va dato atto ai suoi gestori di essere sempre ottimamente informati sulle voci provenienti dai palazzi del potere, che si tratti di quelli politici o che si tratti delle segrete stanze del Vaticano.

La voce che circola negli ultimi tempi parla di una serie di Cardinali, i più conservatori, i quali, non avendo affatto gradito le posizioni anticapitalistiche di Papa Bergoglio (espresse con chiarezza nell’encliclica “Laudato si”), starebbero pensando ad un’alleanza con l’ala più riformista, scontenta a sua volta dell’ondivagare del Papa riguardo i temi dei gay e della famiglia.

Papa Francesco per ora gode di un indiscutibile successo presso i fedeli, che ne adorano il carisma e le maniere familiari; è apprezzato a livello diplomatico per le sue iniziative internazionali (vedi l’ultimo viaggio tra Cuba e gli Stati Uniti d’America); ma in Vaticano è insidiato da diffidenze, scetticismi, e nei casi più gravi, da vere e proprie congiure interne, per le quali Dagospia ritiene il Papa non morirà Papa.

LASCIA UN COMMENTO