Padre Amorth non ha bisogno di presentazioni. È forse l’esorcista più conosciuto in Italia, autore di numerosi libri ed ancora più numerose dichiarazioni ed interviste.

Molte delle sue idee sono state raccolte nel libro “Dio più bello del diavolo”. Un titolo che diventa anche concetto chiave del libro: spesso capita a Padre Amorth di incontrare anime infelici, prima che possedute, con punti di riferimento familiari assenti o inadeguati.

In quei casi basta per l’esorcista recuperare quanto di Dio si riflette nell’anima dell’infelice, riflesso di per sé estremamente più attraente del demonio. Respingere il demonio, dunque, non è così difficile come potrebbe apparire:

Sia l’esorcista come il semplice battezzato sono al sicuro quanto più hanno la consapevolezza di essere amati da Dio Padre e Figlio e Spirito Santo, protetti dalla santa vergine Maria, dagli angeli e dai santi: insomma stanno dalla parte del Più Forte e del Più Attraente.

Come reagire dunque agli attacchi del Demonio?

1) Ammettere il proprio problema, interiorizzandolo.

2)Smetterla di mostrarsi disinteressati alla vita e alla bontà, finirla con l’ateismo modaiolo.

3) Tornare a vivere in comunione con Dio.

Ed infine, per l’ultimo punto, il più caratteristico, diamo spazio alla parole testuali di Padre Amorth: “Il Signore concede sia agli esorcisti che ai semplici battezzati “tutta la grazia per poter affrontare e superare il diavolo. Alle sue minacce ciascuno può rispondere: ‘Sono avvolto nel manto della Madonna; cosa puoi farmi? Ho dalla parte mia l’arcangelo san Michele, provaci a lottare con lui. Ho il mio angelo custode che veglia perché io non venga toccato; tu non puoi fare niente’”.

LASCIA UN COMMENTO