Ogni martedì e venerdì Don Beppino Cò celebra presso Pontremoli le sue messe carismatiche per liberare chi è vittima di ossessioni diaboliche, di fronte ad una platea di 300-500 fedeli. La missione del parroco è di vasta portata: “liberare le anime vittime dell’oppressione e dall’ossessione del demonio riportandole sulla retta via”.

Aiuta chi ha bisogno di eliminare il male che alberga all’interno della propria anima, e che può manifestarsi sottoforma di anoressia, eccessive pulsioni sessuali, vere e proprie possessioni demoniache. Don Beppino racconta che non sono rari i cantanti di un certo rilievo che si sono rivolti a lui perchè si erano lasciati sopraffare da veri e propri patti col demonio, ma non vuole rivelare i loro nomi.

In questi casi il parroco opera esorcismi, pur non essendo ufficialmente un esorcista, ma chiedendo volta per volta alla Curia un permesso straordinario. La sua esperienza gli ha insegnato che i nomi di Papa Wojtyla, di Padre Pio, e di Santa Gemma Galgani sono particolarmente indicati per scacciare i demoni, perchè da essi invisi e temuti oltre ogni misura.

Una curiosità: Don Beppino è amico di Monsignor Milingo, del quale ammira l’operato, pur criticando la sua scelta illegittima di nominare vescovi senza averne diritto ed autorità.

LASCIA UN COMMENTO