Oggi, 2 Ottobre, si celebrano i SS. Angeli Custodi. Ogni cattolico rispettoso della Bibbia non può ignorare il fatto che tra Antico e Nuovo Testamento gli Angeli vengono citati più di 300 volte. Ma piuttosto che ribadire la loro esistenza, ci soffermeremo oggi sulla loro natura e sui compiti che Dio ha affidato loro. Gli Angeli sono intermediari tra la volontà divina e le nostre anime, che sanno illuminare della Parola di Dio.

Possedendo anche la dote di intuire i pensieri più nascosti e sinceri dell’animo umano, sanno anche quando è il momento migliore per sussurrare alle coscienze degli uomini cosa Dio vorrebbe da loro, risultando quindi indispensabili all’ottenimento della Grazia e della Salvezza. Il teologo Jacques Benigne Bousset, nel 1600 (secolo in cui Paolo V estese la festività dei SS. Angeli Custodi a tutta la Chiesa Universale) affermava che gli Angeli Custodi

“offrono a Dio le nostre elemosine, raccolgono perfino i nostri desideri, fanno valere dinanzi a Dio anche i nostri pensieri… Siamo felici di avere degli amici così premurosi, degli intercessori così fedeli, degli interpreti così caritatevoli”.

La Chiesa conferma questa verità anche oggi: ognuno di noi ha avuto in dote sin dalla nascita un Angelo Custode, che ha il compito preciso di indirizzarci sulla via del Bene, sostenendoci quando siamo sulla buona strada, e lasciando che la nostra coscienza rumoreggi nel momento in cui la abbandoniamo.

LASCIA UN COMMENTO