Come tutti sapete, Papa Francesco ha indetto per quest’anno un Giubileo straordinario. E’ l’occasione giusta per ripercorrerne insieme i significati, e magari scoprirne di nuovi. Tre caratteristiche fondamentali segnano queste tappe miliari della Cristianità: la Porta Santa, le indulgenze, ed i pellegrinaggi.


Il gesto simbolico di spalancare la Porta Santa vuole rimandare al senso più profondo del Giubileo: l’ingresso in una nuova consapevolezza della grazia di Dio, abbandonando dietro di noi tutto quanto è peccato e menzogna. Un tempo si abbattevano le mura, anziché aprire le porte, ma da Papa Paolo VI in poi si è voluto celebrare un senso più dolce del passaggio.

Finché non arriverà l’8 Dicembre, la Porta Santa Giubilare, situata sulla sinistra della Basilica di San Pietro, resterà, sebbene chiusa, ben visibile. All’interno però sarà murata, come da tradizione.
Se è vero che attraversando la Porta Santa, l’umanità si dirige verso la Grazia di Dio, è anche vera la prospettiva del senso opposto: Dio è dall’altra parte, e ci accoglie nel suo abbraccio d’Amore, lavandoci con la sua Misericordia da tutti i residui del peccato, da quel senso di colpa che la confessione non può pulire.

È necessario però che la nostra anima si presenti alla mensa di Dio nelle migliori condizioni. Per farlo ci sono tre vie percorribili: la via della penitenza (ad esempio astenersi dal consumo di cibi e bevande non necessarie), la via del pellegrinaggio (e di questo avremo modo di parlare a breve), e la via della misericordia (tema caro al Papa Francesco, che lo considera un’occasione per risvegliare le nostre coscienze e volgere lo sguardo e la mano al prossimo).

Il pellegrinaggio è il terzo fulcro simbolico del Giubileo, tanto più significativo quanto più s’avvicina a quel senso di percorso verso la Grazia che è la principale finalità dell’Anno Santo. La fatica, l’impegno, e le difficoltà di un pellegrinaggio proseguono e confermano le analogie con le traversie della vita, che trovano ristoro nella loro meta, che Dio stesso rappresenta.

LASCIA UN COMMENTO