Catherine Latapie aveva 39 anni quando guarì da una patologia che ormai l’affliggeva da ben 18 mesi. Era il 1 marzo 1858. 18 mesi prima, in ottobre del 1856, la donna, in seguito ad una caduta da un albero, aveva riportato una paralisi della mano destra mentre era incinta del suo terzo figlio costringendola a non poter più usare le ultime due dita della mano destra.

Catherine, durante la notte tra il 28 febbraio e il 1 marzo del 1858, come se fosse stata ispirata dal Signore, si svegliò alle 03 di notte e insieme ai suoi due bambini si mise in cammino verso Lourdes. Raggiunse la meta quando ormai albeggiava ed ebbe la fortuna di incontrare Bernadette, quindi si diresse verso la grotta e, dopo essersi inginocchiata, iniziò a pregare con tutto il suo cuore. Alla fine immerse la mano offesa nella sorgente fangosa.

Erano trascorsi solo tre giorni dall’apparizione della Madonna a Bernadette, eppure quasi immediatamente Catherine riuscì di nuovo a muovere le ultime dita della mano paralizzata. Il miracolo si era verificato, eppure il Signore aveva in mente per la donna un altro dono. Al suo rientro a casa, infatti, Catherine partorì il suo terzo figlio, Jean Baptiste, che decise, quasi come se la sua vita fosse da sempre dedicata a Dio, di prendere i voti nel 1882.

 

.

LASCIA UN COMMENTO