Madre Teresa di Calcutta primo pianoMadre Teresa di Calcutta impegnò tutta la vita per aiutare chi era in difficoltà. Piegata da mille difficoltà finanziarie e di salute, non si spezzò mai, e continuò la sua opera fino all’ultimo dei suoi giorni. Segno di un amore verso Dio e verso gli uomini vissuto senza riserve, ed inesauribile. Ma ad esserle grati per l’amore che ci ha insegnato non siamo solo noi: anche gli animali ricevevano le sue generose cure, e in più occasioni Madre Teresa li citava tra le sue preghiere.
Nella prima preghiera che vorremmo leggeste con noi, Madre Teresa parla degli animali come elementi del Creato, e manifesta la sua gratitudine a Dio per avercene fatto dono, non è un caso quindi che lo stesso Papa Francesco abbia aperto a queste creature le porte del Paradiso.


Grazie, Signore,
per gli animali tutti:
la tigre, l’ orso,
l’ elefante, il cavallo,
la mucca e la capra.
Tu, o Signore,
sei il pastore e ci hai chiamato: “mio gregge”.
Grazie per gli uccelli
che a te cantano inni
e per i pesci
che vagano negli abissi di tutto il creato.
Quando torno a casa,
spesso affaticata e stanca,
il nostro cagnolino mi viene incontro
abbaiando felice
e mi dà il benvenuto
leccandomi le mani.
Io ho il dono di tanti amici,
Signore.

Amen.

LASCIA UN COMMENTO