La medaglia di Maria Rosa Mistica: Pierina Gilli ha sempre sostenuto di vedere assiduamente la Madonna. Le sue visioni cominciarono negli anni ‘40 a Montichiari, e sono continuate fino al 1983, anno dell’ultima visita della Madonna che espresse il desiderio di essere chiamata “Rosa Mistica”. Nel corso di quest’ultima apparizione la Madonna consegnò a Pierina il progetto di due medaglie, che lei avrebbe dovuto confezionare e distribuire al mondo, per ottenere grazie e protezione.

La Vergine Maria apparve in quell’occasione contornata di rose, e portava nella mano destra una medaglia che la rappresentava in cima ad una scala. Sull’altro lato della seconda medaglia, che la Madonna portava sulla mano destra, era invece raffigurata una cupola sopra tre grandi porte. Ai piedi della prima medaglia figurava la scritta ‘Rosa’, in fondo alla seconda medaglia era incisa la parola ‘Mistica’, ed in alto ‘Maria Madre della Chiesa’.

In quest’ultima apparizione la Madonna si rivolse a Pierina in questi termini: “Oggi sono qui per far cono­scere la medaglia di Maria Rosa Mistica, dono dell’amore universale e che sarà portata dai figli sul loro cuore ovunque andranno. Prometto a questi miei fi­gli la mia protezione e la mia grazia materna. Questa è l’ora in cui si cerca di annientare il più possibile la venerazione che mi si deve. La medaglia del mio amore materno farà si che i figli miei mi abbiano sempre con sé”.

La Chiesa s’è espressa negativamente circa le visioni di Pierina. La Diocesi di Brescia, nelle persone dei vari Vescovi che si sono avvicendati alla guida, ha sempre invitato i fedeli ad evitare qualsiasi iniziativa tesa ad incitare o incoraggiare la devozione alla ‘Rosa Mistica’ e alle relative medaglie. Ma la frequenza con la quale si è dovuti tornare sull’argomento, indica che i fedeli continuavano a partecipare ai pellegrinaggi organizzati, e a fornirsi di medaglie.

Ultimamente però, Monsignor Enrico Rodolfo Galbiati ha pubblicato un libro che sconfessa l’ostracismo riservato a Pierina Gilli. Le motivazioni sono semplici: Pierina ha sempre condotto una vita riservata, all’insegna della discrezione e dell’umiltà. Non ha mai tratto profitto dalle presunte apparizioni della Madonna, e soprattutto ha anticipato di decenni concetti teologici che alcuni papi espressero solo molto più in là, e che la sua modesta cultura mai avrebbe potuto ideare.

In favore della medaglia di Maria Rosa Mistica parlano anche le numerosissime testimonianze di guarigioni miracolose. Persone guarite dal cancro, che riacquistano la vista, che rimangono illese da aggressioni a mano armata, con tanto di proiettili esplosi e trattenuti inspiegabilmente dalle vesti di chi portava al collo la medaglia della Rosa Mistica. Testimoni riferiscono anche di statue che si muovevano durante le apparizioni, e di soli danzanti, come accade a Medjugorje.

LASCIA UN COMMENTO