“State attenti prima del Natale, Satana si prepara”. Con queste parole la Madonna di Medjugorje avrebbe allertato Jelena Vasilj riguardo un’intensificazione significativa in questi giorni delle attività del Maligno, che ha in progetto di portare dalla sua parte il maggior numero di anime, strappandole alla Grazia di Dio proprio nel periodo che celebra la Nascita di Suo Figlio Gesù Cristo.

Come noto, Jelena non fa parte dei sei veggenti di Medjugorje, ma è una delle due bambine cui la Madonna si rivolse a partire dal 1982, attraverso locuzioni interiori. Chi ha in dote questo carisma non può guardare la figura della Madonna, ma può ascoltarne la voce interiormente, e riferirne il pensiero. E’ ciò che fa Jelena anche questa volta, specificando ulteriormente l’accorato appello di Maria:

“State attenti, lui cercherà in ogni modo di impedirvi di vivere le gioie del Natale. Cercherà di farvi indifferenti per Gesù che nasce”.

Sarà questo, dunque, il modus operandi prescelto da Satana per provare ad annientare lo spirito con cui ogni buon cristiano dovrebbe approcciarsi alla Festa della Natività: infondere indifferenza, seminando un clima di apatia spirituale o distraendo i fedeli dal vero significato del Natale attraverso i fuochi d’artificio di una società sempre più incline al consumismo.

La Madonna di Medjugorje avrebbe, come sempre, anche fornito le soluzioni affinchè il Demonio fallisca nel suo intento. Ma prima di svelarvele, vorremmo sottolineare una premessa di Maria, senza la quale ogni soluzione è destinata ad essere vanificata: “Permettete a Gesù di realizzare grandi opere con voi. La serratura della porta del vostro cuore è chiusa. Permettetegli di aprirla”.

Il primo rimedio contro Satana è la preghiera. Con essa non solo apriremmo il nostro cuore a Gesù, ma accompagnando le nostre orazioni con digiuno e conversione vera e sincera, potremmo aiutare il Cristo ad aiutare noi. Le parole dirette della Madonna: “Vi consiglio di pregare ogni giorno per almeno cinque minuti i Sacri Cuori poichè vi diano l’amore divino con il quale potrete amare anche i vostri nemici”.

Il secondo rimedio contro Satana deriva direttamente dal primo, ed è l’Amore. Amare significa anche rendere testimonianza dell’Amore della Madonna e di Gesù. Se non si riesce a comprendere il loro esempio, difficilmente amare potrà essere un’esperienza completa: “Vi do il meglio di ciò che posso dare a qualsiasi altro: Io do Me stessa e mio Figlio. Amate. Se non amate non potete comunicare la testimonianza, non potete testimoniare nè per Me, nè per Gesù”.

LASCIA UN COMMENTO