L’ipotesi che il terzo segreto di Fatima non sia stato completamente rivelato si arricchisce di nuove prove. A sostenerlo è Antonio Socci, che già nel 2006 pubblicava un libro dal titolo piuttosto esplicito: “Il quarto segreto di Fatima”. Ripercorriamo cronologicamente le tappe di questa tesi, partendo dall’inizio.

1917: la Madonna rivela ai tre pastorelli il terzo segreto, l’ultima parte del quale chiese non venisse rivelata prima del 1960. Il segreto consisteva in una terribile visione in cui un Vescovo vestito di bianco camminava su un percorso disseminato di cadaveri, e prevedeva il martirio del Papa, di moltissimi vescovi, preti, e fedeli.

1944: si apprende oggi da alcuni inediti di Suor Lucia dos Santos, pubblicati in un volumetto recente scritto dalle sue consorelle del Carmelo di Coimbra, che la stessa Suor Lucia nel 1944 aveva difficoltà a mettere nero su bianco il terzo segreto, perché ne era terrorizzata. La Madonna le apparve dicendole di non preoccuparsi, e di scrivere quanto aveva visto, evitando però di specificarne il significato, che pur aveva appreso.

1960: il segreto avrebbe potuto essere rivelato, ma Papa Giovanni XXIII si rifiuta di farlo.

2000: Papa Giovanni Paolo II rivela il terzo segreto.

2010: Papa Benedetto XVI, nella sua visita a Fatima, sottolineava come la portata profetica del terzo segreto di Fatima non si fosse ancora esaurita, e concludeva con una frase sibillina: “Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle Apparizioni (2017) affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria a gloria della Santissima Trinità”. Il terzo segreto si concludeva con il trionfo del Cuore di Maria, e sperare questo trionfo potesse essere anticipato rispetto al 2017, potrebbe equivalere a dire che oggi, 2015, siamo in piena profezia.

2015: Solideo Paolini, che già aveva appreso dal segretario di Papa Giovanni XXIII che esisteva un allegato misterioso al terzo segreto di Fatima, scrive al Carmelo di Coimbra per sapere di più riguardo questi inediti di suor Lucia, che testimonierebbero la presenza di un testo non scritto, o scritto solo più tardi, per esplicita richiesta della Madonna. Ad oggi non ha ottenuto alcuna risposta.

LASCIA UN COMMENTO