Dark, archeologo inglese e professore alla University of Reading, potrebbe aver scoperto la casa di Nazareth in cui Gesù visse la propria infanzia insieme a San Giuseppe e alla Madonna. L’incredibile rivelazione è il frutto di 8 anni di scavi condotti sulla base di indizi precisi.

Screenshot_2Nel 698 d.C. il monaco irlandese Adamnano di Iona, nel “De locis sanctis”, indicava in una casa situata tra due tombe e sotto una chiesa la casa di Gesù. Lì dove avrebbe dovuto trovarsi la chiesa in questione (che di per sé rappresenta già una prova della sacralità del posto, visto che la edificarono proprio lì bizantini e crociati) in realtà oggi c’è un convento.

Altri studi hanno rivelato che quel convento era stato effettivamente costruito sulle rovine di una chiesa preesistente. Da quel punto in poi Dark ha intensificato gli scavi, fino a trovare una casa con all’interno utensili e oggetti di uso quotidiano, i cui proprietari rispondevano al nome di Giuseppe e Maria.

Dark non garantisce si tratti con assoluta certezza della Sacra Famiglia, ma a portarlo lì sono stati indizi precisi, e non una casualità lavorativa, quindi niente ci vieta di pensare che tra quelle mura Gesù abbia giocato, mangiato, pregato, insieme ai suoi genitori.

LASCIA UN COMMENTO