“Il leader della Chiesa Mondiale, Papa Francesco sarà un attore, interpreterà se stesso nel nuovo film della Ambi Pictures: Beyond the Sun”. Con queste parole The Hollywood Reporter, rivista autorevole in fatto di anticipazioni cinematografiche, ha di fatto annunciato che Papa Francesco reciterà in un film di prossima uscita, interpretando un personaggio che conosce molto bene: Papa Francesco stesso.

La notizia ha fatto immediatamente il giro del mondo, suscitando grandissimo clamore. In realtà non si tratterebbe di una novità assoluta. Già Pio XII comparve nel film “Pastor Angelicus”, di Marcellini e Flaiano, film incentrato sulla vita dello stesso Papa, e per il quale furono necessari otto mesi di riprese. Sedici anni dopo, nel 1958, Pio XII fece capolino anche nel film di Ernst Marischka: “Un posto in Paradiso”.

Oggi toccherebbe quindi a Papa Francesco fare il grande salto nel mondo del cinema, stando a quanto lascia intendere la Ambi Pictures, società produttrice del film “Beyond the Sun”, gestita da Andrea Iervolino e Monika Bacardi: “È un grande onore aver avuto l’opportunità di lavorare con Papa Francesco nel ruolo di attore, per diffondere la consapevolezza del suo messaggio attraverso questo film. […] Apprezziamo il permesso di Papa Francesco a filmarlo e usare la sua immagine nel nostro film”.

Altro motivo di orgoglio per il produttore Iervolino e per l’imprenditrice Bacardi è rappresentato dall’intento di devolvere l’intero incasso del film in beneficenza, ed in particolare alle associazioni El Almendro e Los Hogares de Cristo, che si occupano di aiutare i bambini in difficoltà ed i ragazzi che si ritrovano a vivere situazioni di disagio. Un gesto sicuramente in linea con lo spirito del film, che intende spiegare le parabole di Gesù, in maniera da renderle più vicine alla vita dei nostri giorni.

Ma poche ore dopo l’annuncio del “The Hollywood Reporter”, ed in seguito al comunicato della Ambi Pictures, il Vaticano ha fatto immediatamente diffondere la propria risposta ufficiale, attraverso il prefetto della Segreteria per le Comunicazioni. Monsignor Dario Edoardo Viganò ha voluto smentire categoricamente che il Papa farà l’attore recitando se stesso. S’è dimostrato invece possibilista riguardo l’eventualità che vengano inseriti nel film alcuni fotogrammi del Papa.

L’uscita del film è comunque prevista per i prossimi mesi, così come la sua lavorazione. Verrà girato in Italia, e staremo a vedere se casualmente o meno le telecamere del regista andranno a cogliere un Papa che recita un copione, o che fa semplicemente il Papa, ignorando di essere ripreso. Staremo a vedere se si tratta di immagini inedite o di immagini di repertorio. Staremo a vedere se Papa Francesco darà modo di parlare ancora di sè, o se una volta di più è stata strumentalizzata la sua disponibilità.

LASCIA UN COMMENTO