Grazie alle rivelazioni del cardinale Julián Herranz si scopre oggi che, quanto realizzato con le dimissioni di Papa Ratzinger, avrebbe potuto già accadere con una decina d’anni di anticipo, con le dimissioni di Papa Giovanni Paolo II.

Secondo le dichiarazioni del Cardinale Herranz, Wojtyla cominciò a pensare seriamente alla possibilità di lasciare il Papato già nel 2001, a causa dei gravi problemi di salute che ne pregiudicavano forze ed energie.

Nel 2004 il Papa chiamò il cardinale per cominciare una seria discussione sull’ipotesi dimissioni, discussione che si concluse il 17 dicembre dello stesso anno, quando Herranza venne a sapere da Stanislao Dziwisz, segretario particolare di Wojtyla, che il Papa avrebbe continuato ad esercitare le sue funzioni, nonostante tutte le difficoltà. Il cardinale Herranza ricorda quell’episodio con queste parole:

“ Don Stanislao si è limitato a commentare che il Papa – che personalmente è molto distaccato dalla carica – vive abbandonato alla volontà di Dio. Si affida alla divina Provvidenza. Inoltre, teme di creare un pericoloso precedente per i suoi successori, perché qualcuno potrebbe rimanere esposto a manovre e sottili pressioni da parte di chi desiderasse deporlo”.

LASCIA UN COMMENTO