Difficilmente si assiste ad esorcismi da parte dei Papi vigenti. Eppure è accaduto, e negli ultimi anni il fenomeno si è andato intensificando. Ecco una rapida lista.

PIO XII

Durante la seconda guerra mondiale Papa Pio XII tentò ripetutamente di effettuare un esorcismo a distanza per liberare Hitler dal Demonio. Essendo convinto le atrocità di cui si macchiò il Fuhrer non potessero essere opera di un essere umano, provò ad esorcizzare Hitler nonostante sapesse che per effettuare esorcismi a distanza è necessario che la persona da liberare sia consenziente.

PAOLO VI

Era appena terminato il Concilio Vaticano II quando Papa Montini lanciò l’allarme: “Ho la sensazione che da qualche fessura sia entrato il fumo di Satana nel tempio di Dio. C’è il dubbio, l’incertezza, la problematica, l’inquietudine, l’insoddisfazione, il confronto”. Dopo pochi mesi ritornò sull’argomento: “Sappiamo che questo essere oscuro e conturbante esiste davvero e con proditoria astuzia agisce ancora: è il nemico occulto che semina errori e sventure nella storia umana”.

GIOVANNI PAOLO II

Karol Wojtyla fu forse il più temerario dei Papi esorcisti. Cominciò liberando una ragazza senza conoscere le basi dell’esorcismo, ma non si volle tirare indietro. E si reimprovvisò esorcista in almeno altre due occasioni. Il Demonio, in seguito, fece sapere a Monsignor Andrea Gemma (noto esorcista) che odiava Papa Wojtyla (ribattezzato “il vecchiaccio”), così come odiava Pio XII, ma temeva oltre ogni misura Papa Ratzinger.

BENEDETTO XVI

Una notizia diffusa da Monsignor Gemma, ma smentita dalla Santa Sede, confermerebbe le parole del Demonio, secondo cui Papa Ratzinger è l’avversario più temibile: il Papa avrebbe infatti effettuato una benedizione su due indemoniati nel 2009, durante un’udienza generale.

PAPA FRANCESCO

Anche Papa Francesco si sarebbe cimentato in un esorcismo, in diretta TV. Ma anche in questo caso la Santa Sede ha smentito seccamente l’ipotesi, parlando di una semplice benedizione.

LASCIA UN COMMENTO