Un cristiano cattolico non ha difficoltà nel credere profondamente nella figura di Gesù Cristo, e nei prodigi che operò durante i suoi 33 anni di vita. Allora perchè è così difficile credere che Satana sia una creatura reale, la concretezza del Male, visto che nel Vangelo viene nominato ben 431 volte, se si considerano tutti i suoi nomi ed i suoi appellativi, e numerosi sono gli episodi in cui Gesù stesso libera persone possedute scacciando dal loro corpo i demoni che vi albergavano?

Si tende sempre ad illudersi che nel momento in cui si parla di Satana, si sta parlando di una metafora del male, di una rappresentazione fantasiosa del lato scuro dell’uomo. Non è così. Satana esiste, e a stabilirlo non è solo il Concilio Vaticano II, che afferma testualmente: ““tutta l’intera storia umana è pervasa da una lotta tremenda contro le potenze delle tenebre; lotta cominciata fin dall’origine del mondo e destinata a durare, come dice il Signore, fino all’ultimo giorno”. Ce lo dicono anche i Papi, che occasionalmente hanno fatto sentire la loro voce riguardo quest’argomento.

PAPA PAOLO VI

“Uno dei bisogni maggiori [della Chiesa] è la difesa da quel male, che chiamiamo demonio. Il demonio non è soltanto una deficienza, ma un’efficienza, un essere vivo, spirituale, pervertito e pervertitore. Terribile realtà, misteriosa e spaventosa. Chi rifiuta di riconoscere la sua esistenza, si pone fuori dall’insegnamento biblico e della Chiesa; come chi crede che il male sia un principio autonomo, che non abbia, come ogni creatura, una sua origine in Dio; o chi, infine, la voglia spiegare come una forma di personificazione concettuale e fantastica delle cause sconosciute delle nostre sventure”.

PAPA GIOVANNI PAOLO II

“Il demonio esiste, ha un suo regno, ha un suo programma, che esige una stretta logica dell’azione, una logica tale che il regno del male possa reggere, anzi, che possvilupparsi negli uomini ai quali è indirizzato. La lotta tra il regno del male, dello spirito maligno e il regno di sa Dio non è cessata, non è finita. In questa tappa la lotta perdura nelle generazioni sempre nuove della storia dell’umanità“ .

PAPA LEONE XIII

“San Michele Arcangelo, difendici nel combattimento sii nostro aiuto contro la malizia e le insidie del demonio, che Dio lo scacci supplichevole te ne scongiuriamo, e Tu Principe della Milizia Celeste con la forza Divina respingi nell’inferno satana e gli altri spiriti maligni che a perdizione delle anime vanno girando per il mondo e così sia”.

LASCIA UN COMMENTO