Nel 1897 nasceva a Caserta Domenico Mondrone. Entrato nella Compagnia di Gesù nel 1914, divenne sacerdote nel 1927, ed occasionalmente si ritrovò ad operare esorcismi. Fu riconosciuto da tutti un fine letterato, amico di grandi autori novecenteschi, ma un suo libro fece scalpore sin dalla prima edizione. Stiamo parlando di “A tu per tu con il Diavolo”, un opuscolo che riporta una vera e propria intervista con Satana, effettuata durante un esorcismo, ed autorizzata (stando a quanto lo stesso Satana fu obbligato ad ammettere) dalla Madonna.

I VANTI DI SATANA

Le parole di Satana sono illuminanti su quanto sta accadendo al mondo oggi. Egli esibisce i suoi risultati come trofei. Parla del maggior numero di seguaci che è stato in grado di ottenere in questo secolo rispetto a quelli rimasti fedeli a Gesù, in vari campi: nel campo dell’insegnamento si vanta del primato ottenuto sulla Teologia, nel campo della politica ha ottenuto il risultato di dividere anzichè unire, nel campo della famiglia rivendica il “merito” del divorzio e dell’aborto, nel campo della società sta portando gli uomini sulla strada della lussuria e del desiderio sfrenato di potere, nel campo della Chiesa sta sottraendo Ministri di Dio e li sta portando dalla sua parte.

GLI ALLEATI DI SATANA

Il Demonio continua a passare in rassegna i suoi clamorosi risultati, rivelando che uno dei suoi maggiori successi consiste nell’aver corrotto uno sterminato numero di preti, che definisce “i suoi migliori collaboratori”. Li porta prima a non credere più in ciò che celebrano durante la Messa, e poi a tradire Dio frequentando tutt’altri tipi di messe, le sue, le messe nere. Una delle sue più grandi vittorie, continua, è assistere alla celebrazione di messe nere da parte di sacerdoti un tempo dotati di fede ed obbedienza.

I NEMICI DI SATANA

I peggiori nemici di Satana sono quelle persone che restano salde nella loro fede, nonostante i ripetuti attacchi del Maligno. Queste persone, che siano laici o religiosi, riescono a portare a Dio un numero insopportabile di anime, testimoniando la Sua Parola con l’esempio della loro rettitudine. Il Demonio non digerisce la loro capacità di donarsi a Dio e agli altri in maniera spassionata, non digerisce lo schermo che frappongono tra sè e la contaminazione del male, non digerisce il consenso che riscuotono.

SATANA E LE NUOVE GENERAZIONI

Quasi per riprendersi dal fastidio del pensiero di queste anime pie, il Demonio passa a parlare delle sterminate folle di giovani che ormai non riconoscono più in Dio un punto di riferimento, e che anzi Lo adottano quale bersaglio da colpire con assoluta ferocia. Satana confida in loro per vedere sparire il Nome di Dio dalla faccia della Terra, certo che la loro opera di dissuasione sarà completa sulle generazioni a venire, grazie all’inesorabile corruzione dei costumi che tanti piaceri porta alle loro vite.

PERCHE’ SATANA ODIA L’UOMO

Infine risponde alla domanda sul perchè riversa il suo odio sugli uomini. E risponde malvolentieri, perchè la risposta contempla la consapevolezza che, nonostante tutti i suoi sforzi, Satana sarà comunque destinato ad essere sconfitto da Gesù. Il suo obiettivo è quindi quello di strappare quante più anime possibili al Paradiso, per rendere vano il sacrificio del Figlio di Dio, che si è immolato proprio per quelle anime. E’ questa l’unica gioia di Satana, l’unico dispetto che prova a compiere, e che troppo spesso trova in noi inconsapevoli alleati.

LASCIA UN COMMENTO