San Michele ArcangeloSan Michele Arcangelo è l’angelo che si oppose per primo alle orde demoniache in occasione della scissione da Dio operata da Lucifero. Per questa ragione venne scelto dall’Altissimo come campione del proprio esercito di angeli, e risultò vincitore, come narra S. Giovanni nell’Apocalisse. È questa una delle ragioni per cui Papa Pio XII esortava i fedeli a rivolgersi a San Michele, il protettore dei popoli e della Chiesa contro il Maligno, che nel secolo scorso, come nell’attuale, imperversano sulla Terra in svariate forme, trovando terreno fertile nella perdita della morale.

Anche Papa Francesco ricorda la necessità di affidarsi a chi ha già sconfitto il demonio una volta, e continua a farlo: “Anche se il diavolo tenta sempre di scalfire il volto dell’Arcangelo e il volto dell’uomo, Dio è più forte; è sua la vittoria e la sua salvezza è offerta ad ogni uomo. Nel cammino e nelle prove della vita non siamo soli, siamo accompagnati e sostenuti dagli Angeli di Dio, che offrono, per così dire, le loro ali per aiutarci a superare tanti pericoli, per poter volare alto rispetto a quelle realtà che possono appesantire la nostra vita o trascinarci in basso.”. Vi proponiamo quindi una preghiera che rappresenta un vero e proprio affidarsi all’Arcangelo, in tutte le circostanze che la vita propone, e contro tutte le tentazioni del demonio:

O grande Principe del Cielo, custode fedelissimo della Chiesa, San Michele Arcangelo, io, benché molto indegno di comparire davanti a te, confidando tut­tavia nella tua speciale bontà, ben cono­scendo l’eccellenza delle tue mirabili preghiere e la moltitudine dei tuoi bene­fici, mi presento a te, accompagnato dal mio Angelo Custode, e, alla presenza di tutti gli Angeli del Cielo che prendo co­me testimoni della mia devozione verso dite, ti scelgo oggi a mio Protettore e mio Avvocato particolare, e propongo ferma­mente di onorarti sempre e di farti ono­rare con tutte le mie forze. Assistimi du­rante tutta la mia vita, affinché io non of­fenda mai gli occhi purissimi di Dio, né con le opere, né con le parole, né con i pensieri. Difendimi contro tutte le tenta­zioni del demonio, specialmente da quelle contro la fede e la purezza, e nel­l’ora della mia morte concedi la pace al­l’anima mia ed introducimi nella Patria eterna. Amen.

LASCIA UN COMMENTO