Conversione di San PaoloChi non conosce la storia di San Paolo, quella celebre conversione sulla via di Damasco che lo trasformò da persecutore di cristiani a vero e proprio missionario, in grado di disporre in sistema la dottrina cattolica, e diffonderla con le sue lettere? In quella circostanza San Paolo venne avvolto da una nube luminosa mentre era sulla strada che portava da Gerusalemme a Damasco per guidare la repressione dei cristiani in città, e ascoltò una voce che tuonava: “Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?”.

Rimasto cieco a causa della luce, fu poi curato proprio da quei cristiani che qualche giorno prima avrebbe volentieri trucidato. San Paolo diventa quindi il simbolo del Perdono Divino, la testimonianza che per quanto possiamo dimostrarci ostinati nel peccato, la nostra vita è un costante succedersi di possibilità di redenzione. È a San Paolo quindi che chiediamo l’intercessione per una vita davvero cattolica, con questa preghiera:


Gesù, sulla Via di Damasco sei apparso a San Paolo
in una Luce sfolgorante e hai fatto sentire la Tua Voce
portando alla conversione chi prima ti perseguitava.

Come San Paolo, mi affido oggi alla potenza del Tuo perdono,
lasciandomi prendere per mano da Te,
affinchè io possa uscire dalle sabbie mobili
dell’orgoglio e del peccato,
della menzona e della tristezza,
dell’egoismo e di ogni falsa sicurezza,
per conoscere e vivere la ricchezza del Tuo amore.

Maria Madre della Chiesa,
mi ottenga il dono della vera conversione
perchè quanto prima si realizzi l’anelito di Cristo
“Ut unum sint” (affinchè siano una cosa sola)

San Paolo, intercedi per noi.

LASCIA UN COMMENTO