La profezia della Madonna su Roma: il 23 Marzo del 2008 Nostra Signora di Anguera, il nome con cui verrebbe identificata la Madonna che appare regolarmente a Pedro Regis, in Brasile, profetizzò un probabile attacco dell’Isis a Roma, nel 2016: “gli uomini seguaci del falso profeta marceranno con grande furia in direzione del tempio santo. Lì ci sarà grande distruzione. La Chiesa piangerà e si lamenterà. In questo giorno sarà visibile una eclissi lunare”.

I seguaci del falso profeta si può facilmente arguire siano i militanti dell’Isis. Riguardo il giorno, si potrebbe trattare del 23 Marzo del 2016. Perchè si pensa a questa data? Per molte ragioni. La prima: in quella data si verificherà un’eclissi parziale di luna, visibile non in Italia, ma in Brasile si. La seconda: la data sarebbe particolarmente significativa perchè si tratta del mercoledì della Santa settimana di Pasqua. La terza: siamo nell’anno giubilare.

Da notare anche la sovrapponibilità della data del messaggio (23 marzo 2008), con la probabile data della profezia (23 marzo 2016). La profezia della Madonna su Roma parla di questo attacco dell’Isis al cuore della cristianità in un altro messaggio, datato 8 marzo 2013: “I nemici agiranno con grande furia. La morte sarà presente nella Casa di Dio. I nemici arriveranno dalla Via Appia”. Queste parole circoscrivono ancora meglio l’obiettivo dell’attacco: Roma.

In altri messaggi la Madonna tranquillizza chi crede in Lei, e chi prega regolarmente, perchè la Fede riveste una grande funzione salvifica, rispetto a chi decide di ripudiare Dio e di vivere facendo a meno di Lui. Nonostante Dio abbia a cuore la salvezza di tutti noi, è necessario, perchè Egli ci doni la sua Misericordiosa protezione, che le nostre vite siano improntate sulla base della Sua Parola.

Il culto di Nostra Signora di Anguera non è stato ancora ufficialmente approvato dalla Chiesa, che si riserva come sempre tempi lunghi e grande prudenza prima di pervenire ad una decisione definitiva. Ma sono ormai 27 anni che Pedro Regis raccoglie i messaggi della Vergine Maria, e li diffonde avendone ottenuto la richiesta ed il Suo permesso.

Gli studiosi hanno già potuto constatare in molti casi la specularità tra i messaggi di Aguera e quelli di Medjugorje. Sta ai fedeli ora decidere se affidarsi alle Parole di Nostra Signora, credendo alle sue profezie. Ma forse ancora più indispensabile è dare reale seguito ai suoi consigli, che parlano della necessità di operare conversioni reali e profonde, se non si vuole che l’ira di Dio si abbatta su di noi.

LASCIA UN COMMENTO