La profezia di Suo Anna Alì: “Questa è l’ora dell’Apocalisse”. Queste terribili parole sono state trascritte da Suor Anna Alì nel 1988, e secondo la suora keniota sono state pronunciate da Gesù Cristo, che le è apparso dal 1984, ed ancor oggi continua a parlare regolarmente con lei, soprattutto in forma di profezie ed inviti alla preghiera. Sono finora centonovantacinque i cosiddetti “appelli” di Gesù all’umanità, raccolti da Suor Anna, e pubblicati nel 1994 in un libro che ha suscitato scalpore.

Si potrebbe pensare che siamo di fronte ad una delle tante visionarie che si attribuiscono doti e carismi non dimostrabili, se non fosse che la suora ha una cultura davvero modesta, avendo dovuto interrompere presto gli studi a causa di una malattia. Eppure i concetti da lei espressi, ed attribuiti alle parole che Gesù le rivolge almeno una volta a settimana, sono di una complessità tale che da sola non avrebbe mai potuto nè concepirli nè esprimerli come di fatto fa.

Alla suora, oggetto di inchiesta da parte delle autorità, è stato chiesto di fotografare Gesù Cristo, in quanto lei sostiene le si presenti come un essere umano. E la foto che ha scattato è assolutamente sovrapponibile ad un’antichissima foto risalente al 1876, che ancor oggi rappresenta la prima testimonianza fotografica di un’apparizione del Signore. Ovviamente la foto è stata ampiamente verificata da esperti.

Tra le numerose profezie di Gesù, selezioniamo alcune che riteniamo le più significative. Cominciamo dalle visioni apocalittiche. Molte delle affermazioni riportate parlano di eventi che richiamano da vicino quanto è stato predetto a Fatima e a La Salette. “E’ l’ora di Satana”, “Questa è l’ora dell’Apocalisse”, “E’ l’ora del pericolo”, “Il primo colpo è vicino”. Cristo non fa altro che avvisarci della resa dei conti che sta per scatenarsi.

E lo fa ricordandoci continuamente il Suo Amore nei nostri confronti, la sofferenza che Gli procuriamo ogni volta che Lo rinneghiamo, che Lo tradiamo, che Lo insultiamo con la nostra indifferenza. Ma Lui ci ama ancora, ci ama infinitamente, e vorrebbe vederci tutti salvi, che è lo scopo finale del Suo sacrificio sulla Croce. Rispetto ai messaggi di Fatima e La Salette, suor Anna Alì riporta le parole di un Gesù innamorato di noi, che vuole a tutti i costi il nostro bene.

Ciò che verrà, però, sarà terribile, se non ci decidiamo a convertirci davvero. Fuoco, terremoti, guerre, carestie, e soprattutto una Chiesa che tenderà a disgregarsi dall’interno a causa delle lotte di potere di Cardinali contro Cardinali, di Vescovi contro Vescovi, di preti affiliati alla massoneria. Ed in particolare per l’Italia suor Anna ha previsto tempi duri, anticipando di svariati anni le vicende legate a Tangentopoli.

LASCIA UN COMMENTO