La sparizione di Luciano Cicciarelli, missionario abruzzese di Civitella Casanova di cui da due mesi si son perse completamente le tracce, in seguito ad un suo viaggio a Medjugorje, ha spinto Vanity Fair ad un’indagine sull’argomento ‘sparizioni a Medjugorje’. Quanto hanno scoperto i giornalisti è inquietante: il caso di Luciano Cicciarelli non è un caso isolato.

Lo conferma Zdenko Maric, che si occupa, da volontario, del servizio locale di salvataggio. I pellegrini che vengono smarriti durante i loro viaggi a Medjugorje sono addirittura centinaia:

“Qui ogni anno scompaiono centinaia di pellegrini. A oggi, abbiamo salvato 126 persone, e recuperato alcuni corpi. Il prete italiano, un pellegrino polacco e una donna croata sono dispersi”.

Quindi il missionario italiano, al momento, non è l’unico di cui si son perse le tracce. E non è rassicurante ciò che Zdenko racconta poco dopo: “Tempo fa abbiamo trovato uno scheletro, pensavamo appartenesse alla signora croata: invece no, era qualcun altro, chissà chi.

La settimana scorsa abbiamo salvato un ragazzo rimasto quattro giorni nel bosco, disidratato, in stato confusionale”. Le autorità non escludono possa trattarsi di attività criminali opera di satanisti, che scelgono di agire simbolicamente proprio a Medjugorje.

LASCIA UN COMMENTO