presepePapa Francesco ha impostato il suo papato sull’attenzione per la povertà. In molti dei suoi discorsi la povertà compare come valore, come scelta di vita all’insegna dell’umiltà, come problema da portare costantemente all’attenzione dei media e delle coscienze, come obiettivo della solidarietà di ognuno di noi, chiamati come siamo ad aiutare chi è in difficoltà.

Questo martellante messaggio è stato recepito dalla Parrocchia di Sant’Anna in Vaticano, dove il tradizionale allestimento del presepe natalizio quest’anno conta una novità: tra i personaggi del presepe figura anche un clochard, simbolo di tutti i disagiati afflitti da qualsivoglia avversità nella vita, e segno evidente dell’attenzione alle esortazioni del Papa. Padre Bruno Silvestrini spiega: “Il messaggio è che nella povertà che vive l’uomo nella situazione di grande dolore e sofferenza c’è proprio l’incarnazione del Figlio di Dio che ha preso su di sé la povertà dell’uomo e l’ha voluta portare vicino a sé.”

Ricorda anche di un senzatetto particolarmente devoto, che ogni mattina seguiva la messa delle 7, e si intratteneva con giovani e meno giovani parlando di Dio e della Sua Parola. Si è spento recentemente, ma tutti di lui conservano un nostalgico ricordo.

LASCIA UN COMMENTO